utilizzo idroelettrico

A cura del Gruppo Acqua e Territorio e dell’ing. Francesco De Angelis

L’Osservatorio Lambro Lucente con il progetto “Utilizzo energetico fiume Lambro”, intende rilevare lo stato di fatto e le potenzialità di utilizzo idroelettrico del fiume, e metterne a disposizione i risultati tramite rapporti e incontri informativi, ritenendo che questa modalità di utilizzo del “bene comune fiume Lambro” può contribuire non solo alla riduzione dell’utilizzo dei combustibili fossili ma anche al recupero ambientale e alla fruibilità del fiume stesso da parte dei cittadini.

A partire dagli anni duemila, in base alla più recente normativa del settore energetico e alle agevolazioni connesse a favore della produzione di corrente elettrica da fonti rinnovabili, sono stare rilasciate numerose concessioni trentennali per l’utilizzo idroelettrico delle acque del Lambro (cinque solo nel tratto del Comune di Milano), con centraline ubicate in corrispondenza di salti di fondo preesistenti, funzionali alla regimazione idraulica e alle derivazioni irrigue oramai in buona parte abbandonate; la presenza di queste centraline lungo le sponde, e le sistemazioni ambientali prescritte dai disciplinari di concessione, possono costituire un catalizzatore per il completamento del recupero ambientale del fiume e per la realizzazione di percorsi ciclo pedonali lungo le sponde, inserendo le centraline stesse quali elementi di interesse formativo per studenti e cittadini.

 

Scopo del progetto pertanto è diffondere la conoscenza di questi impianti tecnologici che rinnovano l’utilizzo secolare della forza dell’acqua effettuato fino al secolo scorso tramite i mulini presenti in gran numero sulle derivazioni del fiume, e di favorire la partecipazione alla vigilanza dei cittadini affinché tali interventi mantengano la loro funzionalità non solo di produzione, ma anche quale elemento antropico inserito armonicamente nel contesto paesaggistico del fiume.

.